Pineto è incontenibile: Savigliano cede 3-0 e saluta la Coppa Italia

Non riesce l’impresa al Monge-Gerbaudo Savigliano, che cede 3-0 nei quarti di finale della Del Monte Coppa Italia di Serie A3 sul campo dell’Abba Pineto, dicendo addio alla manifestazione.

Al PalaVolley S. Maria va in scena una delle migliori versioni stagionali della squadra abruzzese, che, dopo due ko, si presenta in grande spolvero per l’appuntamento che conta, giocando su ritmi altissimi e tenendo percentuali importanti in tutti i fondamentali. Capitan Dutto e compagni, dal canto loro, non demeritano, lottando nei tre parziali e soffrendo soprattutto la difesa e il servizio di Pineto, trascinato dai 19 punti di uno scatenato Milan e dall’attenta regia di Paris. Tra i piemontesi, miglior realizzatore è Galaverna, a referto 15 volte e unico dei biancoblu in doppia cifra. Ora per Savigliano è tempo di tornare a pensare stabilmente al campionato: sabato al PalaSanGiorgio di Cavallermaggiore i ragazzi di Simeon disputeranno la prima partita casalinga del 2023, alle ore 18 contro Monselice.

I sestetti iniziali
L’Abba Pineto si presenta di fronte al proprio pubblico con Paris in cabina di regia, Link opposto, Milan e Baldari schiacciatori, Basso e Bragatto centrali. Libero Giuliani. Coach Simeon risponde con un’unica variazione rispetto allo starting six visto contro Garlasco nell’ultima di campionato: al centro c’è Rinero al fianco di capitan Dutto, e non Mellano. Per il resto, tutto confermato: diagonale Filippi-Spagnol, Nasari e Galaverna in banda, liberi in rotazione Gallo-Rabbia.

Primo set
L’inizio è in grande equilibrio con le squadre che sbagliano poco e viaggiano alla pari a lungo. Pineto prova a dare un primo strappo con un punto di Link, assegnato dopo video-check, e un muro di Milan su Spagnol (10-8). Quindi, è ancora Milan a completare un lungo scambio con un lungolinea che porta i teramani sul +3 (13-10). È sempre lo schiacciatore a guidare i suoi: un doppio ace vale il +5 (16-11), con Simeon costretto a fermare per la prima volta nel match il gioco. Savigliano prova ad accorciare (16-13), ma Pineto punge soprattutto in attacco e con il suo terzo servizio vincente, griffato da Link, trova il massimo vantaggio (20-14). Il divario non si accorcia più ed è ancora un muro di Milan su Spagnol a regalare sei palle-set ai padroni di casa (24-18). Savigliano annulla la prima, ma non può nulla sulla pipe vincente di Baldari: 25-19 e primo set a forte accento abruzzese.

Secondo set
Savigliano parte meglio nel secondo parziale e, trascinato da Nasari e Spagnol, prova subito a scappare (4-7). Pineto, però, ritorna subito sotto, fino a impattare con il solito Milan che chiude un lungo scambio con un attacco forte e vincente (11-11). Il sorpasso è completato da altri tre puntiche costringono Simeon a fermare una serie di 5-0 dei padroni di casa (14-11). Un gran muro di Basso su Spagnol impedisce il rientro degli ospiti, ampliando il margine tra le due squadre, seguito a ruota da un attacco vincente di Milan: 18-13 e strada spianata all’Abba. Simeon gioca la carta Trinchero in palleggio, al posto di Filippi. Il varco è incolmabile e un muro di Bragatto su Spagnol lo amplia ancora (22-15). Un primo tempo incontenibile di Milan su bell’alzata di Paris regala nuovamente sei set-point ai padroni di casa (24-18). Savigliano ne annulla due con la battuta di Dutto, ma, dopo un time-out di coach Tomasello, è proprio il capitano biancoblu a mettere fuori il servizio che chiude il parziale (25-20).

Terzo set
Pineto scatta come aveva chiuso il parziale precedente: un lob mancino di Link porta subito il punteggio sul 5-2. Savigliano prova a rientrare, ma il video-check del possibile pari, su attacco di Nasari e richiesta di tocco a muro dei piemontesi, dà ragione agli abruzzesi (8-6). Sul 9-8, Simeon cambia al centro con Mellano per Rainero. Galaverna impatta sul 9-9, ma sale in cattedra ancora Milan, che prima mura Spagnol e poi mette a terra un pallone attaccando molto staccato da rete (12-9). Pineto scappa sul +3 con Milan, ma, con un muro di Dutto e un attacco-out del neoentrato Merlo, Savigliano torna sotto (18-17). Un ace di Paris e uno di Milan regalano quattro match-point a Pineto. Con Spagnol, i biancoblu provano clamorosamente a rientrare (24-22) e Tomasello ferma il gioco. Al rientro, Dutto prova la giocata sottorete ma il muro abruzzese tiene e chiude i conti: 25-22.

Le dichiarazioni. A fine gara in casa Savigliano c’è comunque la consapevolezza di essersela giocata a tratti alla pari contro uno squadrone, come spiega il vice-capitano e libero biancoblu Daniele Gallo: “Usciamo a testa alta da questo palazzetto, perché siamo riusciti a stare a lungo punto a punto contro una compagine fortissima. Pineto è una squadra costruita per vincere e lo ha dimostrato, ma noi ci prendiamo quanto di buono fatto questa sera e torneremo in palestra più carichi che mai per provare a colmare il divario che ancora ci separa dai nostri avversari”.

Abba Pineto-Monge-Gerbaudo Savigliano 3-0
Parziali: 25-19, 25-20, 25-22

Abba Pineto: Paris 6, Link 14, Milan 19, Baldari 8, Basso 5, Bragatto 1, Giuliani (L); Bongiorno, Mignano, Omaggi, Merlo; N.E. Calonico, Fioretti. All. Tomasello.

Monge-Gerbaudo Savigliano: Filippi 1, Spagnol 9, Galaverna 15, Nasari 4, Dutto 4, Rainero 3, Gallo (L), Rabbia (L2); Calcagno, Trinchero, Mellano 2; N.E. Bergesio, Marolo. All. Simeon.

Durata set: 26’, 26’, 28’

Carlo Cerutti
Ufficio stampa Volley Savigliano