Savigliano esulta nella maratona del PalaSavena

Riprende da dove aveva terminato il Monge-Gerbaudo Savigliano, che, nella prima gara del suo 2023, inanella la quinta vittoria consecutiva, sbancando il campo della Geetit Bologna al tie-break, nella quindicesima giornata del Girone Bianco di Serie A3 Credem Banca.

È una gara rocambolesca quella del PalaSavena, con i ragazzi di Simeon che partono alla grande, vincendo con grande personalità i primi due parziali. Quindi, con il primo punto già in cassaforte, ecco il passaggio a vuoto: Bologna riprende fiducia, trascinata da Lugli, e riacciuffa il pari, dominando soprattutto il quarto set, vinto addirittura con dieci punti di vantaggio. A deciderla è quindi un tie-break incertissimo: gli emiliani sembrano avere la meglio, ma Savigliano rientra e si va ai vantaggi, in cui sale in cattedra Spagnol. È l’ex di turno a togliere le proverbiali castagne dal fuoco, mettendo a terra i due palloni decisivi per il 15-17 finale che regala i due punti ai piemontesi.

Il racconto del match
Savigliano si presenta in via Emilia con la diagonale Filippi-Spagnol, Galaverna e Nasari in banda, Mellano e Dutto al centro. Libero Gallo.

Il primo punto del match, con Bologna in battuta, è di capitan Dutto in primo tempo. Bologna parte, però, meglio, approfittando dell’imprecisione in attacco di Savigliano: un errore di Spagnol porta gli emiliani sul 5-2. La reazione biancoblu arriva, però, di lì a poco, con i piemontesi che si avvicinano e mettono la freccia murando Lugli (8-9). Dopo un nuovo ritorno in parità sul 12-12, sono una grande diagonale di Galaverna e un gioco con le mani del muro di Spagnol a regalare il +2 a Savigliano sul 13-15. Marzola ferma il gioco. Sul 15-16, Bologna inserisce Guerrini in battuta, ma Mellano mette a terra un primo tempo vincente. Proprio il centrale lascia poi il posto a Calcagno, il cui servizio mette in difficoltà la ricezione di Bologna: Savigliano ne approfitta e mette a terra il +3 (15-18). Sono Spagnol con un grande attacco e Filippi, con un muro vincente confermato anche dal video-check a creare il vuoto con un pesante 16-21. Sul 17-22 dentro Trinchero per “Ciccio” Dutto in battuta, ma il classe 2003 “spara” in rete. Sbaglia, però, anche Bologna, e Savigliano ha cinque palle-set. Ne basta uno: attacco-out degli emiliani e i ragazzi di Simeon esultano sul 19-25.

Il secondo parziale viaggia a lungo sui binari dell’equilibrio. Lo strappo di Savigliano arriva a metà set: Nasari, Spagnol e capitan Dutto, quest’ultimo con un primo tempo, portano i ragazzi di Simeon sul 15-18. Bologna, però, complice un attacco di Filippi che termina fuori, rientra sul 18-19. Coach Simeon chiama subito time-out. Savigliano rientra bene e ritorna sul +3 (18-21). È un ace di Galaverna a regalare quattro set-point ai suoi (20-24), nonostante il video-check chiamato da Marzola. L’ex Cuneo sbaglia la battuta, ma Ghelfi gli fa eco. 21-25 e Savigliano che mette in cascina il primo punto del 2023.

Nessun cambio nel terzo set, che si apre con la pipe vincente di Galaverna. Savigliano strappa subito con un bel muro di Filippi e un primo tempo di Dutto (2-4). È sempre il muro a pesare: Mellano e Galaverna in successione stoppano gli attacchi dei padroni di casa e portano i piemontesi sul +4 (3-7). Marzola prova a cambiare regia per rendere più imprevedibili gli attacchi dei suoi: dentro Govoni per Lusetti. Bologna rientra subito: il muro di Binti e Orazi su Spagnol vale il 7-8, ma Ballan mette in rete la battuta che consente agli ospiti di restare sul +2. Un ace di Spagnol genera di nuovo il +4: 9-13, ma due muri di Lugli e Ballan, rispettivamente su Nasari e Spagnol, a un attacco vincente dello stesso opposto riportano gli emiliani in parità (13-13), con conseguente time-out saviglianese. Il Monge-Gerbaudo, però, paga in termini di precisione e Bologna allunga: un muro su Mellano porta il punteggio sul 20-17. Simeon inserisce Rainero per Mellano, ma i suoi sbagliano ancora (21-17). Altro time-out biancoblu. Savigliano, però, non rientra più e una chiamata di video-check vincente di Marzola regala cinque set-point alla Geetit (24-19). Ne basta uno: Lugli mura dopo un lungo scambio e i padroni di casa rientrano in gara (25-19).

Anche nel quarto parziale Bologna parte meglio: Lugli mette a segno il punto dell’8-5 e Simeon è già costretto a chiamare time-out, dopo aver inserito Trinchero per Filippi in regia. Al ritorno in campo, però, l’inerzia è ancora bolognese: un ace di Lugli e un tocco sotto rete di Govoni portano gli emiliani sul +6 (12-6). Out Galaverna, dentro Bergesio. Savigliano non è più in campo: un muro di Ballan proprio su Bergesio porta Bologna sul massimo vantaggio del match: 15-7. Lugli scatenato mette a terra il +9 (18-9) e Simeon ferma ancora il gioco e fa rifiatare Spagnol, inserendo Calcagno. Bologna, però, non si ferma più: 20-9 con Lugli, prima che Calcagno rompa il ritmo con il decimo punto saviglianese (20-10). Il divario è troppo ampio e non si colma più: è Maletti a mettere a terra il pallone del 25-14, che chiude i conti e manda il match al tie-break.

Nel quinto set, Savigliano ripropone il sestetto iniziale, con l’unica variante di Rainero per Mellano al centro. Le prime battute del parziale sono in equilibrio, ma un muro su Spagnol e un ace di Orazi, favorito dall’incerta ricezione di Gallo, portano Bologna sul 6-4. Savigliano rientra subito sul 6-6, ma Spagnol viene murato per due volte consecutive e al cambio campo Bologna è avanti 8-6. Un servizio di Manetti, aiutato dal nastro, cade beffardamente nella metà campo piemontese: 10-7 e time-out di Simeon. Ancora Maletti, però: altro ace e 11-7, prima dell’errore al servizio che riporta Savigliano sull’11-8. Gli ospiti ritornano sotto fino al 12-11, con Marzola che ferma il gioco. Savigliano ritorna in campo con Mellano per Nasari, per alzare il muro. Al rientro c’è Spagnol in battuta, che con due punti regala il sorpasso ai suoi (12-13), prima di essere murato da Govoni per il 13-13. Si va ai vantaggi ed è Spagnol a trascinare i suoi con punti a ripetizione, fino a quello decisivo: 15-17 e il Monge-Gerbaudo Savigliano può festeggiare.

Geetit Bologna – Monge-Gerbaudo Savigliano 2-3 (19-25, 21-25, 25-19, 25-14, 15-17)
Geetit Bologna: Grottoli 1, Lugli 28, Lusetti, Orazi 11, Maletti 23, Vinti 10, Ballan 7, Gabrielli (L); Donati, Guerrini, Govoni 1; N.E. Serenari (L2), Oliva. All. Marzola.
Monge-Gerbaudo Savigliano: Filippi 7, Spagnol 26, Nasari 5, Galaverna 11, Mellano 5, Dutto 9, Gallo (L), Rabbia (L2); Trinchero, Calcagno 2, Bergesio 2, Marolo. Allenatore: Simeon.

Carlo Cerutti
Ufficio stampa