Il 3-0 con Montecchio Maggiore vale la Coppa Italia

Il Monge-Gerbaudo cala il tris. Tre come le vittorie consecutive, e tutte per 3-0. La nuova vittima è il Sol Lucernari Montecchio Maggiore, che si arrende in poco più di un’ora di gioco al Pala San Giorno nella dodicesima giornata del Girone Bianco della Serie A3 Credem Banca. Un risultato mai in discussione, che consente ai ragazzi di Lorenzo Simeon di staccare matematicamente il pass per la Coppa Italia, ormai divenuto una pura formalità dopo la vittoria di Parma.

I sestetti iniziali
Coach Simeon cambia rispetto a Parma e alle ultime uscite: al centro non c’è Rainero con capitan Dutto, ma ritorna Mellano. Per il resto, sestetto confermato, con Filippi in regia, Spagnol opposto, Nasari-Galaverna di banda. Liberi Gallo in ricezione e Rabbia per la fase difensiva. Gli ospiti rispondono con la diagonale Martinez-Mitkov, Gonzato e Di Franco schiacciatori, Franchetti e Frizzarin al centro. Libero in rotazione Carlotto e Battocchio.

Primo set
Il primo strappo è di Savigliano: un muro di Spagnol regala il doppiaggio sull’8-4. Il vantaggio, pur con qualche oscillazione, si mantiene, con coach Di Pietro che chiama time-out sull’11-7 e Nasari in battuta. Galaverna gioca con il muro per il +5 sul 13-8. Il Monge-Gerbaudo mantiene il vantaggio e trova un nuovo break con l’ace di Dutto, aiutato dal nastro: 21-15 e nuovo time-out veneto. Sul 22-17 Simeon gioca la carta Trinchero in battuta. Di Pietro inserisce invece Beghelli per Franchetti al centro, ma è la serie in battuta di Mitkov a riaprire l’incontro: ace del 23-21 e Simeon ferma il gioco. La scelta paga, perché al rientro l’opposto ospite sbaglia, regalando tre set-point ai biancoblu. In battuta va Bossolasco per Mellano. Lo schiacciatore mette out la battuta, ma sulla palla successiva il lungolinea di Spagnol chiude i conti, dopo la conferma del videocheck.

Secondo set
Savigliano parte bene nel secondo, con un ace di Mellano, che si ripete poco dopo con un attacco del 4-1, su errore in ricezione di Montecchio Maggiore. Un ace di Spagnol regala nuovamente il +4 (7-3), con Di Pietro costretto a fermare il gioco per rompere il ritmo dell’opposto saviglianese. Filippi gioca un bel primo tempo con capitan Dutto, che trova il 9-4. Mitkov risponde con un bell’attacco, ma il Monge-Gerbaudo chiama video-check e la scelta paga: la palla e out e i piemontesi scappano sul +6 (10-4). Ancora Mellano, ispirato in questo parziale, mura una pipe di Gonzato per il +7, che scava un solco tra le due squadre (12-5) e costringe Di Pietro al secondo time-out. Galaverna con un lob porta Savigliano sul 14-6 e il Sol Lucernari prova il cambio in regia: dentro Gallina per Martinez. Ancora Mellano mura Frizzarin per il massimo vantaggio saviglianese: 17-7 e Di Pietro reinserisce Martinez in palleggio. Sul 20-11, Simeon cambia la diagonale: dentro Trinchero e Calcagno per Filippi e Spagnol. Proprio Calcagno mette a terra il pallone del 23-14, prima che un altro muro di Mellano regali nove palle-set ai suoi (24-15). Montecchio annulla la prima, ma non può nulla sulla pipe decisiva di Galaverna: 25-17.

Terzo set
Savigliano parte ancora alla grande: un ace di Galaverna crea subito un margine di cinque punti (6-1), con Di Pietro che interrompe il gioco. La gara sembra in controllo dei padroni di casa, che hanno però un passaggio a vuoto sul 13-9: Franchetti mette a referto due ace e Montecchio Maggiore rientra fino al 13-11. Due pipe di Galaverna rimettono le cose a posto: 16-12 e nuovo time-out veneto. Al rientro un attacco di Filippi vale il +5, con Simeon che inserisce Bergesio per Nasari sul 17-12. Di Pietro reinserisce Beghelli per Di Franco e il Sol Lucernari rientra ancora, murando per due volte proprio il neoentrato Bergesio (17-15). Ci pensano due punti a testa di Spagnol e Mellano a riportare Savigliano sul +5 (21-16). Grande difesa di Rabbia e attacco vincente di Galaverna: 23-17 e Trinchero in battuta per Filippi. Gonzato mette out l’attacco: 24-18 e sei match-point per Savigliano. Ne basta uno: Mellano trova un altro muro vincente della sua ottima partita e i padroni di casa vincono 25-18.

Le dichiarazioni. A fine gara è Daniele Mellano ad essere premiato come MVP dell’incontro con l’omaggio della maglia, offerta da Volley Sport Torino, e il cesto gastronomico, offerto dal negozio Delizie e Sapori di Caramagna Piemonte. A consegnare il riconoscimento è Antonello Portera, primo cittadino di Savigliano, presente al Pala San Giorgio. Soddisfazione in casa saviglianese per la conquista della Coppa Italia, come coach Lorenzo Simeon: “Arrivarci almeno da terzi della classe è un grande traguardo. Bravi tutti! Sulla gara, faccio i miei complimenti ai ragazzi, perché sono entrati carichi e sono stati bravi a non far mai entrare realmente in partita gli avversari”.

Monge-Gerbaudo Savigliano-Sol Lucernari Montecchio Maggiore 3-0
Parziali: 25-22, 25-17, 25-18
Monge-Gerbaudo Savigliano: Filippi 2, Spagnol 14, Galaverna 17, Nasari 8, Dutto 4, Mellano 14, Rabbia (L), Gallo (L2); Trinchero, Bossolasco, Calcagno 1, Bergesio. All. Simeon.
Sol Lucernari Montecchio Maggiore: Martinez 2, Mitkov 13, Gonzato 9, Di Franco 2, Franchetti 6, Frizzarin 2, Battocchio (L), Carlotto (L2); Beghelli 3, Gallina; N.E. Meggiolaro, Parise, Giusto, Fiscon. All. Di Pietro.
Durata set: 24’, 21’, 23’.

Carlo Cerutti
Ufficio stampa Volley Savigliano