Savigliano sbanca il “PalaRaschi” e ipoteca la Coppa Italia

Il Monge-Gerbaudo Savigliano bissa il 3-0 ottenuto nella prima gara di dicembre e anche nell’infrasettimanale trova la vittoria in tre set, superando anche la WiMORE Parma nella dodicesima giornata del Girone Bianco della Serie A3 Credem Banca. Un successo che consente ai ragazzi di coach Lorenzo Simeon di salire a quota 24 punti, ipotecando l’accesso alla Coppa Italia.

I sestetti iniziali
Coach Codeluppi, ancora alle prese con alcune assenze, sceglie Chakravorti in palleggio, Reyes opposto, Codeluppi e Rossatti schiacciatori, Sesto e Bussolari centrali. Libero Cereda, mentre parte dalla panchina il neo-acquisto Dimitrov, presentato a poche ore dall’inizio della gara. Coach Simeon conferma, invece, il sestetto visto nelle ultime gare: diagonale Filippi-Spagnol, Nasari e Galaverna di banda, Rainero e Dutto centrali. Libero alternato Rabbia-Gallo.

Primo set
L’inizio di Savigliano è a dir poco promettente: la battuta di Filippi mette in difficoltà la ricezione di Parma, che sbaglia tantissimo in fase di attacco. Coach Codeluppi ferma una prima volta il gioco sullo 0-5, ma al rientro in campo altri tre errori gratuiti degli emiliani generano uno 0-8 che costringe i gialloblu a fermare ancora il gioco. Il palleggiatore di Savigliano lascia la battuta solo dopo il punto dell’1-8 di Rossatti. Parma prova lentamente a rientrare, ma sbatte contro un ottimo Filippi, che si conferma in fiducia e mette a terra consecutivamente un attacco e un muro vincenti (7-15). Gli emiliani accorciano un punto alla volta e con Reyes si portano a -5 sull’11-16. La serie decisiva è di Nasari, che va in battuta e mette nuovamente in difficoltà Parma, con Savigliano che scappa fino al 15-24. Parma annulla il primo set-point e inserisce il nuovo Dimitrov per Sesto, ma sulla battuta del bulgaro Savigliano riceve bene e con un primo tempo di capitan Dutto chiude i conti: 16-25.

Secondo set
Nel secondo set Savigliano conferma il sestetto del primo, mentre Parma propone Fall per Bussolari. L’inizio è equilibrato, ma sono ancora i piemontesi a dare il primo strappo, con un bel muro di Rainero su Fall che vale il +3 (6-9). Sono ancora gli errori gratuiti dei parmigiani, e in particolar modo di Reyes, a creare il vuoto per i biancoblu, che vanno sull’8-14 quando Codeluppi ferma nuovamente il gioco. Due attacchi consecutivi di Nasari e un muro in solitaria di Dutto su Sesto aumentano ancora il divario: 9-17. Codeluppi si gioca le carte Dimitrov e Colangelo per Reyes e Chakravorti, ma Savigliano mantiene il vantaggio e la WiMORE chiama ancora time-out sull’11-19. Il muro saviglianese mette in grande difficoltà Parma, ma è un’alzata errata di Colangelo a regalare nove set-point agli ospiti sul 15-24. Il punto decisivo arriva con un lob di Nasari: 16-25.

Terzo set
Nel terzo ancora nessun cambio per Savigliano, mentre Parma da subito propone Fall e Dimitrov in campo, con il ritorno di Chakravorti in regia. La WiMORE parte meglio, ma due muri consecutivi di Dutto ristabiliscono la parità sul 4-4. I piemontesi vanno di nuovo sotto di due sul 6-4, ma piazzano quattro punti consecutivi e si portano sul 6-8 con Nasari in battuta. Codeluppi cambia Rossatti con Reyes e si torna a viaggiare sui binari dell’equilibrio, fino al 15-15. È a quel punto che Savigliano piazza un break di due punti, con l’ennesimo muro vincente di Dutto, che costringe i padroni di casa a fermare il gioco sul 15-17. Al rientro in campo sono due primi tempi di Fall a ristabilire ancora la parità. Sul 18-18 Simeon opta per il primo cambio: dentro Mellano per Rainero al centro. Quindi, il tecnico del Monge-Gerbaudo chiama time-out, da cui Parma rientra con l’ingresso di Ferraguti per Codeluppi al centro. Spagnol mette a terra il 22-23 e gli emiliani fermano il gioco proprio quando è l’ex Bologna ad andare in battuta. L’opposto però batte bene e Savigliano ha una seconda chance che Filippi sfrutta: 22-24 e due match-point. Parma annulla il primo, ma sul secondo Nasari gioca bene con il muro e chiude i conti, per la festa saviglianese.

Le dichiarazioni. Nel post-gara c’è grandissima soddisfazione in casa Monge-Gerbaudo, che ormai sente vicinissima la qualificazione in Coppa Italia. Coach Lorenzo Simeon a margine dell’incontro: “I ragazzi hanno fatto una partita di grandissimo spessore, costringendo Parma a commettere diversi errori. Anche quando loro hanno provato a rientrare, abbiamo avuto la forza per restare agganciati al match e poi chiudere subito la contesa”. MVP della gara è capitan “Ciccio” Dutto, che ha tagliato quota 100 partite con la maglia di Savigliano proprio al PalaRaschi, mettendo a referto sei muri.

WiMORE Parma-Monge-Gerbaudo Savigliano 0-3
Parziali: 16-25; 16-25; 23-25.
WiMORE Parma: Chakravorti 1, Reyes 10, Rossatti 6, Codeluppi 3, Sesto 3, Bussolari 1, Cereda (L), Zecca (L2); Dimitrov 12, Fall 6, Colangelo, Ferraguti; N.E Beltrami, Chirila. All. Codeluppi.
Monge-Gerbaudo Savigliano: Filippi 6, Spagnol 17, Galaverna 9, Nasari 9, Dutto 9, Rainero 2, Rabbia (L), Gallo (L2); Mellano; N.E. Trinchero, Calcagno, Bergesio. All. Simeon.
Durata set: 21’, 21’, 32’

Carlo Cerutti
Ufficio stampa Volley Savigliano